26.9.09

Paura, Pudore... E Stupore





Mi lasci piena di domande, che fremono per una risposta.
Ma Paura e Pudore hanno azzittito il mio Stupore.

Aver localizzato Itaca, e non poterla raggiungere. Se non dopo un lungo e periglioso vagabondare.
Un Mistero. Racchiuso in un libro, un film, una canzone.
Un riavvolgersi del nastro, un Sogno, un'apparizione.
Un orologio rotto, che continua a ticchettare.
Uno spazio aperto, che continua a vorticare.

E maledici il tempo e le scelte di vita, gli imperfetti tempismi e i falsi allarmismi.

Il fascino delle nuvole, spalancate sui miei occhi.
[Oggi le ho viste per la prima volta]
Respiro l'Infinito, e quello che c'è oltre.

Distolgo lo sguardo.

Quando torno su di loro, la coreografia è già cambiata.
Un'impercettibile danza, in millesimi di secondo.
Mi sento così piccola, al cospetto del Mondo.





Soundtrack: Nothing Else - Archive

My angel clipped wings I know
Wonders in darkness on grimey ground
In a forest unclean unsound
Everything everythings gone wild
Make land for the cows to graze
Leaflets scatter around to advertise sell out

A swamp in it hands stretched out
To catch a passing dime
Donations to the rich widened
Pavements for the poor
Somewhere else to lie
But my friend the carriage door
Stands slightly ajar
And I know clipped wings make uneasy flight
But we've got to reach

Chorus :

A place where the feast never ends
A moment when the music celebrates
And a time when darkness belongs
To night skies and nothing else
Nothing else -no-

Tomorrow my spirit seen
Fears today my mind
Soul aches so deep
Always craves my body to reach

4 commenti:

Radio Pazza ha detto...

... e quando il nastro si riavvolge alcune canzoni si sovrappongono ...

Bak

Mio ha detto...

che bizzarre le nuvole, talvolta stanno li ferme ed immote guardandoti curiose. Altre volte corrono corrono e sembrano non curarsi di noi quasi dicendo "Ho fretta ho fretta!". Ho sempre pensato che riuscire a vedere forme o visioni nei loro riccioli sia un metodo per misurare la serenità personale.

Purtroppo mi sono fermato solo poche volte a guardare le nuvole di pianura, sono diverse da qua, per non parlare di quelle di mare! bella foto!

Buona giornata Museum,

Roberto

Ishtar ha detto...

Mia cara sorellina, siamo così perchè non smettiamo di farci domande...siamo un continuo germogliare di perchè...qualche risposta dentro noi riaffiora col tempo, come quella tessera mancante del nostro infito puzzle che è la vita...nel mentre godiamoci la natura, e cerca di capire che lei è perfetta perchè è sempre la stessa anche se in continuo mutamento, hai mai visto uno stesso tramonto?
Ecco pensa a questo...farci male...ne so qualcosa...impara ad amarti e ti farai solo del bene, inizia con le stelle, con le piante, con i tramonti, con gli animali, vedrai come ti verrà poi semplice amare te stessa...
Mi sa che ti mando questa mail che mi ha ispirata oggi, qui ce il sole e anceh un po dentro di me...ti abbraccio forte :)

Yuki ha detto...

@Bak: vero! Chissà che melodia entropica ne verrà fuori...

@Mio: ieri mi hanno fatto uno strano effetto le nuvole. E giuro che non ho fumato! :D Buona giornata anche a te, Mio!

@Ish: hai espresso perfettamente quello che sento. Grazie di cuore! E che il sole ti scaldi, e ci scaldi, sempre! Un abbraccione!!!