18.9.09

It's Only Poetry, But I Like It!





AudioPost - Testo e Voce di Yuki AKA Dj Prisma TBFKA MusEum




Cerchi di dare un senso alla tua vita. Di fare la persona seria.
Ma tu hai il caos dentro, cazzo. E non c'è niente da fare.
Ti sorprenderà, vedrai. In una giornata come tante.
E avrà il suono dei fogli che cadono sul pavimento, delle carte che si sparpagliano.
Documenti a cui non riesci a dare un ordine.
E che rovinano a terra.
Perché lavoro e passione non hanno coinciso, e allora il sogno lo fai rientrare dalla finestra e dolcemente ti annienta, quando, invece, dovresti essere già grande da un pezzo e pensare solo a rigare dritto.

Ma la Poesia ti bussa sulle spalle.
Ti costringe a voltarti, una buona volta.
Per ritrovarti a guardare in un paio di occhi verdi.
E scoprire che sono i tuoi.

Autogestirsi. Già. Magari fosse facile.
Basta un niente per accendermi.
E per spegnermi.

Una canzone, un pensiero, una frase buttata lì.
Dei segnali letti col sOnno di poi.
Dei frammenti di noi, che mi fanno inciampare.
Che mi fanno chiedere: perché?

Magia.
Caso che si spoglia.
Del suo quotidiano apparire.
E.
Finalmente.
Fa l'amore.

Con Caos.


Io ti ho aspettato, ma tu non sei venuto.
Allora vado avanti. Lo stesso.
Prima o poi, tornerai.
Lo sento.

Ecco. Finisco di scrivere. Di godermi Amore e Poesia.
E meschina arriva la mia Spada di Damocle.
Mi colpisce a tradimento, beffarda e sorniona.
Per ricordarmi che non si sfugge al proprio destino.
Vaffanculo!
Proprio ora che avevo allentato la morsa...

Ti tremano le mani.

Non è colpa mia, Cristo!
E invece sì...

Soundtrack: Dexter Gordon Quartet - Don't Explain

8 commenti:

Mio ha detto...

Ma che è? Mi usi il passato? Non si fa sai?!?! Almeno non tu, ok?

Forse sei grande, ma non ti senti adulta. Se così è hai una grossa fortuna, gli occhi da bambino appartengono a persone speciali. Non conosco i tuoi, ho conosciuto i loro e non si dimenticano, il loro mondo è diverso. Non più facile magari più difficile ma con una grande peculiarità: da loro tutto è possibile, PER loro tutto è possibile. La passione li aiuta, se posso, non reprimerla mai è l'unica cosa che ci potrà sempre far andare avanti.

Damocle era un cortigiano diceva al suo sovrano che era facile governare, il suo sovrano lo insediò sul trono e gli pose una spada appesa sopra la testa. Mostrandogli come realmente era "facile" governare. Tu sei già sovrana di te stessa, è molto di più ma è molto più difficile.

Nessuna colpa se non si creano rimorsi e rimpianti! E non lo dico io ;)

Forza Museum, buona serata!

Roberto


PS: spero di non aver cannato la storia di Damocle, la ricordo così...
PPS: certo che Don't Explain è davvero bella... però adesso beccati questa che già conoscerai, spero ti faccia cambiare mood, qualora tu lo voglia o ce ne sia bisogno.

http://www.youtube.com/watch?v=TFWxqKYvy-c

fabio r. ha detto...

col sonno di poi è una citazione degna di Beckett! brava...
e poi la poesia può, yes she can (è femmina, no?)!

Lindalov ha detto...

beata te che hai gli occhioni verdi, cara.

Guarda nel posto giusto, allora. Tu che puoi...

:-)

desaparecida ha detto...

Sono rimasta arrotolata qua...

Magia.
Caso che si spoglia.
Del suo quotidiano apparire.
E.
Finalmente.
Fa l'amore.


un bacio :)

Yuki ha detto...

@Mio: azzeccatissima la storia di Damocle... È proprio vero che ognuno di noi ha la sua croce da portare sulle spalle. Ogni tanto ci si illude che sia finita, che si possa finalmente respirare. Ma poi basta un movimento impercettibile, un distratto abbassare la guardia, ed ecco che sentiamo di nuovo il brivido della punta della spada sul nostro viso.

Grazie per il pezzo degli WHO!!! Non lo conoscevo!

@Fabio: wow! Grazie! Mi è uscita così... Sarà che non dormo molto ultimamente e allora ho il sOnno sempre in testa! :D

@Lindalov: ciao! Benvenuta da queste parti. Mah, che poi vallo a capire di che colore sono, cambiano sempre, a seconda del tempo atmosferico... E poi sono miope di brutto, ahahaha. Ma questa è un'altra storia...

@Desa: Hehehehe! Rotolati pure quando vuoi, è sempre un piacere saperti mia lettrice.

Un bacio grande!

Radio Pazza ha detto...

Ehhhhh ... Insonnia! Madre di mille ispirazioni.
Barattolo in latta dei biscotti da cui pescare senza timore.
Terzocchio che buca il prossimo.
Amata concubina.
Segreta passione.
Mano in petto.
Calcio in culo.
CaffèCamomillaThèLattecaldo.
TV accesa.
Radio accesa.
Luce accesa.
Spia rossa.
Spreco.
AcutaMente.
A(Ne)mica.
Ti voglio bene Insonnia ... ma anche no.

Bak

Yuki ha detto...

@Bak: alla fine, nonostante tutto, le voglio bene lo stesso. Solo che 'ste occhiaie... Ufff.

Yuki ha detto...

...a proposito di Insonnia. Mi sono ricordata che sull'altro mio blog le avevo dedicato questa:

Inolvidable