7.5.10

Durven



La vita è là, che scorre, lontano da me. La guardo passare.
Va', raggiungila! Cosa aspetti?
Resto immobile, in una fissità astratta. Mi attrae e mi blocca un'insopprimibile grazia.
Pallida, incapace di muovere un passo, con l'anima in tumulto. Una corsa sul posto. Una lunga attesa, un ozio consapevole, che incamera sapere, che intreccia invisibili collegamenti, legami di anime e pensiero. Il tempo è qui, ora. È il presente. Ma sono proiettata al futuro. Potrei morire adesso, aspettando.

Respiro. Non è di ossigeno che ho bisogno.
Che vita strana, faccio. Un'incubatrice, di sogni e passioni. Di là da venire. Riscoprire giorno per giorno debolezze e virtù, e sono ancora lacrime per quello che fu. Niente, niente, niente, di tutto questo sarà inutile. Lo so, lo voglio, lo sento. Se solo potesse parlare soltanto l'istinto! Se solo tacesse, per un attimo, la ragione! Se penso, mi inchioda il terrore. Se taccio, se vivo, è armonia. Universo che mi scivola via.

Come si fa a credere in me? Com'è possibile?
Sono stata, sono, sarò all'altezza?
Vento, sferzami ancora le guance, falle vibrare. Lascia che un ricciolo mi ricada sugli occhi. Lascia che il pensiero scorra libero da impedimenti. Dammi l'ispirazione, fammi creare! Ho tanto, tanto, e tanto ancora da dare... Lascia che il dolore si trasformi in concime. Io devo, voglio, posso comunicare! Solo questo desidero. Da sempre. Ogni passo, ogni tentennamento, ogni rivolgimento interiore, ogni allontanamento dal mondo, ogni rincorsa, ogni carezza, ogni lacrima. Tutto deve portare a questo. Lo so, lo sento, lo voglio.

Non chiedo altro.
A me, a me soltanto lo chiedo.

Io, dammi la forza! Dammi ancora un po' di coraggio...

YUKI, AKA PRISMA TBFKA MUSEUM

Soundtrack: Oceano Di Silenzio - Franco Battiato

Un Oceano di Silenzio scorre lento
senza centro né principio
cosa avrei visto del mondo
senza questa luce che illumina
i miei pensieri neri.
(Der Schmerz, der Stillstand des Lebens
Lassen die Zeit zu lang erscheinen)
Quanta pace trova l'anima dentro
scorre lento il tempo di altre leggi
di un'altra dimensione
e scendo dentro un Oceano di Silenzio
sempre in calma.
(Und mir scheint fast
Dass eine dunkle Erinnerung mir sagt
Ich hatte in fernen Zeiten
Dort oben oder in Wasser gelebt)


5 commenti:

Mio ha detto...

Sei tutto ciò che vuoi e sei stata molto più di tanti, molti. Certe cose, quello che scrivi, pensi e dici non nascono dal nulla e non sono divinazioni.
Tutto torna, lo vedi? io Sì è vicino a te.

Un pensiero e un abbraccio Yu'!

Roberto


PS: girati dall'altra parte ogni tanto il Tutto è furbo gioca a nascondino sai? ma tu sei veloce, molto più di lui...

PAROLA DI VERIFICA: (h)astri

Maria ha detto...

Chiedi, chiedi e chiedi , alla fine ti sarà dato.Avrai fatto così tanto silenzio dentro di te che Lui finalmente ti può ascoltare e tu essere finalmente lo strumento per manifestare i tuoi deisideri, i tuoi progetti.
Maria

dautretemp ha detto...

Avrei potuto scrivere la stessa cosa...
Il senso di impotenza, la potenza della debolezza... Gioco con le parole, gioco con la mia vita...
Ciao!

Occhi di Notte ha detto...

Carissima, non mi dimentico di te ma il mio pc fa una fatica immane a sostenere il tuo blog senza impallarsi ogni trenta micro-secondi. Non so perchè. Leggerti è un piacere, soprattutto eprchè rivedo molti dei miei pensieri.
E ti ammiro e stimo perchè sei in viaggio.
La musica è spettacolare e Battiato... è un'emozione costante.

Guernica ha detto...

Ciao...questo pezzo di Battiato è una meraviglia.Musica sarà contenta :)

Questo tuo post mi ha colpita particolarmente.Avrei potuto scriverlo io un paio di anni fa'... ora che penso bene credo di aver scritto qualcosa di simile, ma era nel vecchio blog.
Conosco la fissità e tutto che scorre e dentro un caos indicibile e non riuscire ad afferrare il treno in corsa e mettersi al pari.

La ragione a volte fa molti danni.Io sto imparando a metterla un po' da parte e Vivere indipendentemente dai rischi o dai vantaggi.

Coraggio!