21.5.10

...

A tutto posso resistere.
Tranne che al vuoto.

Il distacco.
La freddezza.
L'incostanza.

Sono cose che mi ripugnano.
Mi fanno sentire ancora più gelida di quanto non sia già.

Meglio Niente.
Che ricevere, per poi vederselo negato.
All'improvviso.
Senza una spiegazione.

Colpa mia.
Again.

Non si dovrebbe mangiare tutto d'un fiato, quando si ha troppa fame.


YUKI, AKA PRISMA TBFKA MUSEUM

6 commenti:

Guernica ha detto...

Non so bene di cosa parli, quindi entro in punta di piedi...interpreto e condivido il tuo pensiero.
Il distacco, la freddezza e l'incostanza improvvise mi fanno abbastanza schifo.

Yuki aka Prisma ha detto...

Già... ma sai perché a me ripugnano? Perché mi ricordano quanto sono fottutamente sensibile, e fin troppo dipendente dai comportamenti altrui... Non posso permettermi certe "dipendenze affettive". Non in questo momento... E non ne faccio colpa a nessuno. E' con me che me la prendo.

Un abbraccio, cara. I tuoi commenti qui sono sempre graditi... :)

Mio ha detto...

Sì da fastidio sentirsi gelidi, purtroppo non si decide il freddo dentro e neppure di provare e generare certe cose. Le colpe non esistono, le colpe esistono, solo quando si decide. E si decide sempre.

Un abbraccio Yuki... passo sopra...

Roberto


@Guernica: sullo schifo concordo ma si ritorna di cui sopra.

Yuki aka Prisma ha detto...

Eh ma io è sempre e soltanto con me che ce l'ho... perché il gelo e il distacco lo soffro e, allo stesso tempo, lo creo. Questione di energia. Quando manca, si taglia. Spesso troppo. Imparerò, prima o poi, a dosarla meglio... e a non pretendere che altri colmino i vuoti che io stessa devo imparare a riempire, ma della mia essenza...

Ti riabbraccio.

(miii, mo' facciamo venire il diabete a chi legge... :D)

Mio ha detto...

Perché forse è questo che "noi" ci si fa con noi. I "vuoti" del tuo commento me lo hanno fatto venire in mente.

http://www.youtube.com/watch?v=9fffzyc5bCI


Sì, lo credo per me. Questa è per te e la tua Anima. Spero che tu possa gradire.

Bonne samdì, (?)

Robertò :)

Guernica ha detto...

Mmmm anche io sono un po' come te.Proprio ieri ci pensavo.La fine di un rapporto, di qualunque genere, mi distrugge.Perchè?Perchè non ne capisco il motivo...sai per me vale un po' la legge secondo cui in natura nulla si crea e nulla si distrugge, ma tutto si trasforma.Perchè i rapporti non possono semplicemente mutare?
Perchè una relazione sentimentale non può cambiare in amicizia?Perchè se si cambia ci si allontana?L'affetto non dovrebbe restare immutato?
Ecc.ecc.ecc. interrogativi di vita da una vita...
Ho solo concluso che DEVO accettare e condividere questa mia fragilità.Ma sai poi è bella, perchè significa che VIVIAMO noi nel bene e nel male e preferisco questo all'essere insipida.
Non ti colpevolizzare, solo...un conto è soffrirne, un conto è dipendere da qualcuno.Yuki mai nessuno potrà colmare i nostri vuoti.Per quello ti devi amare :)

*MIO, allora mettiamola così...mi fanno schifo le decisioni di chi sceglie di essere così, di colpo.Non lo trovo giusto.

A presto!:)