28.2.10

Could I Find Me?





È arrivato il momento.

Doveva essere già primavera, e invece un vento freddo e dispettoso funesta questo giorno chiamato 'nuovo inizio'.
Non fa niente. Non sarà questo a fermarmi.
A fermarCi.

Ho paura, la sento ballonzolare nel mio stomaco. Ma sono qua. Non mi volterò indietro. Ho smesso di fuggire. La forza delle mareggiate mi travolgerà ancora, da questo non ho scampo. È la vita. La mia vita. Ma sto imparando a sopravvivere in apnea, per poter ritornare in superficie con un balzo ancora più possente, con la fierezza di uno scrollare di chioma bagnata, in tutto lo splendore che custodisco, come un tesoro, dentro di me. Quello splendore che non mi appartiene, ma che mi entra dentro nonostante me, inseguendo insondabili misteri che il cosmo continua a tratteggiare, in ogni individuo che respira, ama, odia, vive, si lascia vivere su questa terra.



Nonostante il silenzio, di cui a volte ho bisogno come ossigeno, la musica scorre nelle mie vene, facendomi ribollire il sangue di tormento, vigore e passione.
In questo giorno, che so già diventerà per la mia anima un nuovo spartiacque, voglio imparare ad Amare, ad AmarMi, meglio che posso.

So che posso farcela. Nonostante me, nonostante lei.


YUKI, AKA PRISMA TBFKA MUSEUM

Soundtrack: Astral Weeks - The Swell Season (Van Morrison Cover)

If I ventured in the slipstream
Between the viaducts of your dream
Where immobile steel rims crack
And the ditch in the back roads stop
Could you find me?
Would you kiss-a my eyes?
To lay me down
In silence easy
To be born again
To be born again
From the far side of the ocean
If I put the wheels in motion
And I stand with my arms behind me
And I'm pushin' on the door
Could you find me?
Would you kiss-a my eyes?
To lay me down
In silence easy
To be born again
To be born again
There you go
Standin' with the look of avarice
Talkin' to Huddie Ledbetter
Showin' pictures on the wall
Whisperin' in the hall
And pointin' a finger at me
There you go, there you go
Standin' in the sun darlin'
With your arms behind you
And your eyes before
There you go
Takin' good care of your boy
Seein' that he's got clean clothes
Puttin' on his little red shoes
I see you know he's got clean clothes
A-puttin' on his little red shoes
A-pointin' a finger at me
And here I am
Standing in your sad arrest
Trying to do my very best
Lookin' straight at you
Comin' through, darlin'
Yeah, yeah, yeah
If I ventured in the slipstream
Between the viaducts of your dreams
Where immobile steel rims crack
And the ditch in the back roads stop
Could you find me
Would you kiss-a my eyes
Lay me down
In silence easy
To be born again
To be born again
To be born again
In another world
In another world
In another time
Got a home on high
Ain't nothing but a stranger in this world
I'm nothing but a stranger in this world
I got a home on high
In another land
So far away
So far away
Way up in the heaven
Way up in the heaven
Way up in the heaven
Way up in the heaven
In another time
In another place
In another time
In another place
Way up in the heaven
Way up in the heaven
We are goin' up to heaven
We are goin' to heaven
In another time
In another place
In another time
In another place

5 commenti:

Mio ha detto...

Cara Yu', sai, una volta dissi non so se sarò in grado di amare. Mi sbagliavo. Penso che ognuno sappia Amare, purtroppo è che talvolta ha davvero paura di farlo. Il perché? Forse nulla più della recondita consapevolezza che tutto potrà finire. Nulla di meno che tutto potrà essere infinito se lo si può vivere, fermare, catturare e, come già parlammo qui, tatuare sull'Anima.
Ciò che resta è la dimensione che si è, questo credo. Ci è un futuro di Emozioni, Amori, Silenzi e Dolori in ogni Vita. Saperli prendere tutti quando ci passano davanti è, per me, Vivere.

Un saluto da chi si è lasciato scappare troppe cose.

Buona serata Yu'!

Roberto

dioniso ha detto...

Ti auguro con tutto il cuore che tu ci riesca nel migliore dei modi.

Bello anche il commento di Roberto. Condivido a pieno. Solo che per l'eternità ci vorrebbe l'aiuto del Mefistofele faustiano. Io non esiteri a stipularci un patto.

Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Mi piace il tuo proposito finale: dipende solo da te e dalla fortuna che ti permetta l'incontro giusto.

Ishtar ha detto...

Cosi si parla sorrellina...amarsi!!!
Tvb :)

Serena ha detto...

"È bello svegliarsi e non farsi illusioni. Ci si sente liberi e responsabili. Una forza tremenda è in noi, la libertà. Si può toccare l'innocenza. Si è disposti a soffrire."

Non ne ho parole mie, il sig. Pavese dice tutto.
In bocca al lupo Yuki. Sei sveglia. Il resto non conta.