26.2.10

Capitano, Mio Capitano




Uno sport in apparenza animalesco, che insegna a lottare compatti per sconfiggere l'avversario e arrivare alla meta, senza paura di buttarsi nella mischia e spaccarsi anche qualche osso.
Un uomo che, dopo quasi trent'anni di prigionia e lavori forzati, è capace di perdonare i suoi carcerieri perché ha capito che il perdono è l'arma più potente per allontanare la paura e portare il nemico dalla propria parte.
Una poesia, ciò che ha dato forza, coraggio e ispirazione a chi, privato della libertà, ha continuato a difendere la propria dignità studiando il "nemico", perché consapevole che conoscere è il primo passo verso l'emancipazione del singolo e di un intero popolo.

Ed io, che di lacrime ne ho versate e continuo a versarne tante, vorrei davvero fare tesoro di queste parole. Perché, nonostante il calvario che la vita ha scelto per me, voglio riuscire ad essere il capitano della mia anima...


INVICTUS di William Ernest Henley

Dal profondo della notte che mi avvolge,

buia come il pozzo che va da un polo all'altro,

ringrazio tutti gli dei per la mia anima indomabile.

Nella morsa delle circostanze,

non ho indietreggiato, né ho pianto.

Sotto i colpi d'ascia della sorte,

il mio capo sanguina, ma non si china.

Più in là, questo luogo di rabbia e lacrime

incombe, ma l'orrore dell'ombra,

e la minaccia degli anni

non mi trova, e non mi troverà, spaventato.

Non importa quanto sia stretta la porta,

quanto piena di castighi la pergamena,

Io sono il padrone del mio destino:

Io sono il capitano della mia anima.

YUKI, AKA PRISMA TBFKA MUSEUM

Soundtrack: Shosholoza - Overtone with Yollandi Nortjie (Invictus Score)



6 commenti:

Mio ha detto...

Li governerai i tuoi Oceani, li governerai perché ogni giorno li affronti, li studi li varchi. Ti sommergono... ma sempre una volta in meno. Una tua vittoria in più.

Ora probabilmente sei sorda, o ci senti poco quindi a priori ti dico vecchiaccia ok?!? ;)
T...O T...A!!! Completa tu :P

Buona giornata!

Roberto

Yuki aka Prisma ha detto...

Tu dici? A me sembra invece ogni volta di ricominciare da capo... Non riesco ancora a resistere alla forza dirompente degli uragani. Mi sembra di essere tornata indietro a un mese fa, quando toccai il fondo in un modo che mi ha spaventato a morte... Spero di essere più forte stavolta.

Un abbraccio e grazie per l'affetto e la vicinanza. Mi è davvero preziosa.

Buona giornata anche a te. Di cuore.

Mio ha detto...

Il problema è che l'oceano talvolta sembra infinito, talvolta non esistono punti di riferimento certi se non di notte, le stelle. La notte e i Mostri.

Il fondo lo si può toccare Vivendo sensibilmente è talvolta normale, l'importante è non arrivarci di schianto, l'importante è risalire. Per la seconda non ho dubbi, la prima spero tu la possa evitare.

Kaliqualcosa... forse spera ma non sono sicuro... però ti ci sta bene quindi kaliSPERA... forse era stera o solo sera :D:D:D

Buona serata Yu'

Roberto

fabio r. ha detto...

buona sorte my captain!

Serena ha detto...

Puoi anche scegliere di non giocare se vuoi. Nessuno te ne fara' una colpa.
Ma sappi che ci sono dei rischi, anche nel non voler rischiare.
Per esperienza posso dirti che il buio, il pozzo profondo, puo' diventare infinito se lo fai diventare ossessione. Se gli permetti di mangiarti l'anima, se gli consenti di chiuderti gli occhi di fronte alla meraviglia della vita che ti circonda. Quello che ti capita puoi scegliere come viverlo. Non c'e' rimedio solo alla disperazione. Ma tu sei spaventata e la paura e' un buon segno. Se tu fossi sul serio disperata, io non sarei qui a rispondere alle tue bellissime parole. Quindi andiamo avanti, un passo alla volta, anche gli uragani si placano. La natura trova sempre il modo di equilibrare le cose. Ti tengo le mani.

Guernica ha detto...

Cara Yuki.Io, tu e anche qualcun'altra di nostra comune conscenza siamo così.
Noi siamo capitani delle nostre anime.E' per questo che ci sono gli uragani a travolgerci.Però, ricominciamo sempre le nostre piccole, grandi battaglie.
Eì come ci rialziamo che ci contraddistingue.