6.1.10

Pro Messa





Lasciandarelasciandarelasciandarelasciandarelasciandaremimancailmare

Sciocca bambina, l'hai fatto di nuovo. Il Tempo è ripartito e sei rimasta indietro.

Vaneggi tra la folla, lo sguardo inebetito. Trattieni a stento i pensieri che temi possano tramutarsi in smorfie. Niente deve trapelare all'esterno. Niente. Ma quanto vorresti urlare! Sì, qui. In mezzo alla strada, come faceva lei. Non si può. Non sta bene. Le lacrime? Roba da mammolette. Da deboli. Da perdenti.

In nome di cosa? Di chi? E chi sarebbero i vincitori? Voglio proprio vederli, guardarli dritto in faccia, per sapere di cosa vivono, di cosa gioiscono. E come fanno a non sentirsi persi.














Sei una roccia, ce la farai. Sei forte.

Palle. Sono tutte palle. La verità è che me la faccio sotto dalla paura di non farcela, e che sono davvero stanca di lottare. Per tutto.

Ma che dici? Sei una combattente, tu!

No. Sono solo una che ha imparato a vivere con la guardia sempre alta e non sa più cosa significhi vivere senza le stramaledette zavorre ai piedi.

Ogni tanto la batteria si scarica, il sistema operativo crasha e la macchina smette di avviarsi.

Dove cazzo l'ho messo il disco di ripristino? Niente. Non lo trovo.

KAPUTT.

Il vento mi sospinge, senza una direzione. Elettrodomestici in vetrina. Mi soffermo a guardarli rapita, ma non sono i prodotti la mia calamita.

Una musica lontana vent'anni e poche, semplici parole...
Mi restano attaccate ai capelli mentre mi allontano, e il vento mi sferza le guance, schiaffeggiandole dolcemente.

Ecco, ora ho proprio voglia di piangere.
Ma non si può.
Non sta bene.


YUKI, AKA PRISMA TBFKA MUSEUM

Soundtrack: The Promise You Made - Cock Robin

If I laid down my love
To come to your defense

Would you worry for me

With a pain in your chest?

Could I rely on your faith to be strong

To pick me back up and to push me along?


Tell me
You'll be there in my hour of need
You won't turn me away

Help me out of the life I lead

Remember the promise you made

Remember the promise you made


If I gave you my soul
For a piece of your mind

Would you carry me with you

To the far edge of time?


Could you understand
if you found me untrue

Would we become one or divided in two

Please tell me

You'll be there in my hour of need

You won't turn me away

Help me out of the life I lead


Remember the promise you made

Remember the promise you made


Could I rely on your faith to be strong

To pick me back up and to push me along?

Please tell me

You'll be there in my hour of need

You won't turn me away

Help me out of the life I lead


Remember the promise you made

Remember the promise you made

Remember the promise you made

Remember the promise you made

9 commenti:

Ishtar ha detto...

Uffi, come ti capisco...quanto lottare....uffi...abbassare la guardia, far cadere le zavorre...speriamo in passi avanti più leggeri quest'anno, baciotti sorellina

Ishtar ha detto...

PS: adoro questa canzone

fabio r. ha detto...

l'inizio sembra proprio un mantra... post feste ce n'è bisogno eh?
solo un appuntino: Kaputt non Kaput... (scusa ma qui esce fuori il maestrino germanista ahahah!!)
besos anzi Küsse!

Angelo ha detto...

E invece sta bene piangere, urlare, prendere a calci qualcosa, lasciare che l'energia accumulata trovi uno sfogo fuori di te.
Vivere con la guardia alzata, nel senso di stare sempre attenti a quello che succede intorno, è giusto, ma non lo è se diventa un'ossessione, se la voglia, la curiosità, lascia spazio alla paura: allora diventa tensione, mancanza di serenità, ci si sente costretti a scegliere... e si sbaglia, spesso si sbaglia.

In realtà quasi niente deve essere deciso all'istante, e nella vita i vincitori si vedono dalla consapevolezza che hanno raggiunto, non dall'automobile o dal conto in banca: con il passare degli anni diventa sempre più difficile barare con se stessi.

Continua a combattere e abituati ad osservarti mentre lo fai, dall'esterno... sei sicura di essere così debole? Io non credo proprio

☆Vale ha detto...

A tutti capita di essere giu di corda
se passidal mio c'è una sorpresa x te ;)

Mio ha detto...

Sì, Angelo ha ragione. Chi dice che non sta bene? Perché se "non sta bene" lo dicono altri, non tu.
Che poi piangere fa brillare di più i sorrisi poi sai?!?

Buona serata Yu'!

Roberto


PS:"nessi" dice la parola di verifica... ;)

Yuki aka Prisma ha detto...

@Ish: già... più facile a dirsi che a farsi, ahimè...

@Ish 2 la vendemmia: bellissima, vero? A me dà i brividi. :)

@Fabio: grassie, hai fatto bene a dirmelo. Ci tengo! (mi sono affrettata a sistemare, ehehehe). Eh i mantra mi rimane molto facile scriverli, ma poi non li metto mai in pratica... Küsse anche a te! :)

@Angelo: hai ragione, piangere, sfogarsi è assolutamente necessario... ma a patto che non ci veda nessuno. O, almeno, a patto che lo facciano soltanto le persone più care, quelle che si contano sulle dita di una mano. Farlo per strada non è proprio il massimo, ne so qualcosa, ahahaha! :) Però è proprio vero che l'ansia eccessiva del controllo ci distrugge emotivamente e fisicamente e ci porta inevitabilmente a sbagliare. Il mio inizio d'anno ne è la prova! Ho ancora moooooolto da imparare... soprattutto se non voglio rimetterci ulteriormente in salute. Grazie di cuore per le parole! E per la fiducia che mi dimostri. Forte lo sono sì, ma anche debole... In fondo, siamo tutti dei meravigliosi, controversi ossimori. Un abbraccio!

@Vale: mia cara, la tua sorpresa, come sai, mi è stata assai gradita!!! Sei grandiosa!!! :)

@Mio: qualcuno mi ha detto che quando piango il colore dei miei occhi diventa più intenso... A me invece rode dover poi pulire gli occhiali da tutte quelle fastidiosissime macchiette, ahahaha! :D Buona serata anche a te, Robbè!

Jackie ha detto...

Yuki tesorissssima,befana jackie passa qui-tardivamente:p-per lasciarti in dono un sacco di dolci carezze..abbracciami cara e sfogati,perché solo una come me può capire quella sensazione..se poi ci aggiungi la solitudine..invece io voglio farti sorridere,ed anche se non ti conosco fisicamente,ne ho la chance di parlarti a voce,ci tengo a farti sapere che per me sei molto più dignitosa te di tante persone,che sono massicciamente certe,che non hanno cadute d'emotività...perché sono già degli zombies..ogni bene yuki cara,tanti auguri,passa un sereno weekend,ti bacio,tua befana ad honorem causa,jackie^^

Yuki aka Prisma ha detto...

@Jackie: dolcissima amica, non sai quanto calore mi hai donato con le tue parole... Ti ringrazio tanto per essere passata e avermi fatto dono del tuo affetto, che ricambio sinceramente. Hai centrato in pieno la questione... A volte si ha solo bisogno di sfogarsi un po', prima di ricominciare a combattere. E la vicinanza di persone come te non fa che ricaricarmi di nuova energia. Un bacio grande per te! :)