1.7.09

...Di Rabbia E D'Amore!




Quando tutto sembrava aver preso la giusta piega, quando avevi cominciato a respirare un po', ecco che la vita ti mette davanti una nuova sfida. Tra capo e collo, senza preavviso.
Non ti resta che l'olio di gomito e due occhi d'aquila per correre ai ripari, per porre rimedio e tamponare le perdite.
Siamo sudditi, non cittadini, in questo italico stivale affondato nel fango. Dovresti saperlo!

Intanto, le distanze si moltiplicano. Tutti se ne vanno, prima o poi. Io te l'avevo detto! Non affezionarti, o avrai troppe ferite da leccare quando verrà l'ora! Ma tu, niente. Cocciuto mulo che non sei altro.
Non si potrebbe creare una rete di anime coraggiose e idealiste? Un agglomerato umano di gente che suda e che lotta, nel quotidiano, per raggiungere la felicità?
Finita l'era delle grandi rivoluzioni, dei carri armati nei centri universitari, del "fuoco amico", delle guardie travestite da rivoluzionari, delle stragi nelle piazze, dell'eroina per dimenticare il dolore di una sconfitta annunciata, dei processi per direttissima, delle manipolazioni degli estremi che si toccano, delle guerre fratricide... cosa resta?
Quando muore la strategia, dobbiamo vivere di tattica. Fino al prossimo tracollo.

Fuggire... Restare...

E se partire fosse davvero un po' morire?
Avrei dovuto farlo molto tempo fa, se ne avessi avuto il coraggio.
A volte ti scappa detto: prima o poi me ne andrò da 'sto paese infame! 'A Sora Rosa ti ricorda qualcosa?
Ma sai che non ci riusciresti mai, se non costretta.
Sei fatta così. Ti adatti e dai il massimo solo quando sei messa alle strette. Quando l'acqua ti arriva alla gola.

Cosa manca? Cos'è che manca davvero?
Non è sete di giustizia, di diritti, oltre che doveri. Non solo.
È la voglia di ottenere rispetto. Della vita, della felicità mia e degli altri.
L'elasticità e la mancanza di regole certe esistono da una parte sola. A te non è concesso sbagliare.
Mano al portafoglio, pagherai sempre di più. Nessuno pagherà mai te, per i suoi errori.
E se anche ce ne fosse la possibilità, l'iter sarebbe talmente lungo che, alla fine della fiera, il prezzo da pagare in termini di salute sarebbe ben più alto.
Allora lasci correre. Una, due, dieci, cento, mille volte. E non è giusto.

Ma darla vinta agli avvoltoi, questo mai! Dovrete passare sopra al mio cadavere. Perchè io ho ragione. E voi siete solo un branco di sciacalli in cerca di carogne.
E io,
IO, sarò anche piena di rabbia ma ho in me l'amore!


Soundtrack: Traccia II - Banco Del Mutuo Soccorso

4 commenti:

Radio Pazza ha detto...

eqquantapauraeddesideriodipartireeeeeeeeee ...
Ma lasciati andara e vatti a fare un master in inghilterra. Svolta!

Bak

Yuki ha detto...

Hehehehe... Non è così semplice.
Che poi, in fondo, questo sarebbe un paese splendido. Peccato che dopo aver fatto l'Italia, non siano mai stati fatti gli italiani...
In realtà il mio vero desiderio sarebbe di non dover desiderare mai più fuggire, perchè messa finalmente nella condizione di veder germogliare nuove possibilità di un vero cambiamento qui, dove sono nata e cresciuta.

La vera paura, che tutto ciò non accada mai. O, almeno, non in questa vita.

Mio ha detto...

Già lo sai che mi ritrovo completamente nei tuoi pensier. Io però sono per la "fuga" il ritorno è sempre possibile. Quando penso al mio divenire (?????) qui in Italia, in certi ambienti, penso sempre alla versione "modificata " di un titolo di un film. Il mio fa: "Uomo bianco non avrai mai il mio scalpo".
Sai, non sono più convito che l'Italia sia poi così bella. Il problema, a mio modo di vedere, è che ci sono un settanta per cento (io credo che messi alle strette si possa arrivare all'ottanta) di italiani che passerebbe con noncuranza su tutti. Il problema è culturale, e in Italia tutto va a puttane, non solo figurativamente parlando...
Non so, io per me qui la vedo grigia, magari ho solo gli occhiali da sole. Speriamo!
A presto,

Roberto


PS: concordo con Bak! ;)

Yuki ha detto...

Bè, siamo d'accordo... L'Italia sarebbe un paese splendido, se fossero stati fatti anche gli italiani... E con questo intendo quello che dici tu, ovvero che l'80% degli abitanti dello stivale passerebbe sopra tutto e tutti, perchè non sa cosa sia il senso civico né l'appartenenza a un gruppo. Siamo per la stragrande maggioranza o pecore o opportunisti. E i pochi coraggiosi che tentano di ribellarsi vengono spesso lasciati soli... E così aumentano le pecore...
Tu la vedi grigia? Io la vedo nerissimaaaaaaaa... :D

Concordi con Bak,èh? Aò, macchémmevoletecaccià??? AHAHAHAHA! :D