28.5.08

Cas-a/o




Cammino da anni, senza sapere dove diavolo stia andando.

Il Tempo incombe su di me...
Fischietto. Fingo indifferenza.

La strada di casa? Non l'ho ancora trovata, questo è certo.

So solo che nella vita ho fatto di tutto, lavorativamente parlando, e il passato si dispone davanti ai miei occhi in modo casuale, senza un criterio razionale.
Come i bastoncini del Mikado.

Quanta pazienza ci vuole per giocare a Mikado. Pazienza che non ho mai avuto.
E infatti finivo sempre, inevitabilmente, per far muovere uno degli odiosi bastoncini...

L'ansia del futuro mi sta strappando la spensieratezza e mi sento già vecchia, dentro a un corpo da adolescente. Anche se non lo sono più da tempo.

Sono senza speranza. Schiava di sogni che popolano le mie giornate nonostante me. Nonostante stia facendo di tutto per non sentirli.
E invece voglio imparare a godermi la vita.
Attimo per attimo.
Atomo dopo atomo.

Svegliarmi ogni giorno con l'ebbrezza di un futuro ancora tutto da costruire, come quando ero adolescente ma non mi ci sentivo...
...quando non avevo ancora le idee chiare su cosa volessi diventare da grande, eppure le avevo molto più chiare di ora.

Perchè continuo a cercare "la mia casa"?
Perchè non riesco a fare di me stessa la mia Casa?

La vita è una caccia al tesoro e da bambina disegnavo le mappe dell'isola dei pirati.
Ci facevo anche i segni delle bruciature, sulla carta.
Mi bastava quello. Un foglio di carta e una penna.
Come vorrei che potessero bastarmi ancora oggi...

Ogni istante che passa sento sfuggirmi il tempo tra le dita...
Tra le pareti di casa - quella vera - sento riecheggiare l'eco della fine.

Come può essere?
Ho ancora così tante cose da fare!

No, non penso alla morte, non lasciatevi ingannare.
Solo penso, che penso troppo. E non sempre in modo costruttivo.

Penso a tutto quello che ho fatto nella vita, alle persone che ho incontrato, agli sbagli che ho commesso, alle parole non dette, alle occasioni perse, alle "coincidenze", ai bivi in cui ho preso una direzione invece che un'altra, agli incubi che sembravano senza fine, ai sogni che sembravano a un passo dalla realtà e poi si sono eclissati come nebbia al sole...

E penso a quante volte mi sono ritrovata nelle situazioni più stimolanti semplicemente buttandomi, senza pensarci troppo. Semplicemente trovandomici, per "caso".
Perchè le mie azioni e i "casi della vita" hanno prodotto strane interferenze e hanno voluto che io mi trovassi in un determinato posto proprio in un preciso momento.
Come in un film, quando avviene quella che gli addetti ai lavori chiamano la chiamata dell'eroe... E l'eroe, riluttante, alla fine si ritrova coinvolto in una nuova avventura... costretto a sfidare i suoi stessi limiti...

Ecco, se c'è una cosa che non vorrei mai possedere sono proprio i limiti.
Ma subito mi ricredo, perchè devo proprio a loro tutte le opportunità che ho avuto nella vita di sfidarmi.

E allora penso proprio di essere sulla buona strada...
...aperta a nuove sfide...
...con addosso una gran voglia di imparare a ballare il fandango...

Sul tetto del mondo.


Come down off your throne and leave your body alone.
Somebody must change.
You are the reason I've been waiting so long.
Somebody holds the key.

But I'm near the end and I just ain't got the time
And I'm wasted and I can't find my way home.

Come down on your own and leave your body alone.
Somebody must change.
You are the reason I've been waiting all these years.
Somebody holds the key.

Chorus

But I can't find my way home.
But I can't find my way home.
But I can't find my way home.
But I can't find my way home.
Still I can't find my way home,
And I ain't done nothing wrong,
But I can't find my way home.


Soundtrack: Blind Faith - Can't Find My Way Home


free music

9 commenti:

DottoressaDressel1981 ha detto...

chi era quello che diceva "la vita è quella cosa che succede mentre ci si prepara a vivere"? io credo che il lavoro sia un mezzo e non un fine. mi spiego: quest'estate farò la cameriera in un albergo; lo stipendio è buono e ogni giorno avrò diverse ore libere. e in queste ore libere farò l'archeologa, cioè quello che mi piace fare. il mio unico obiettivo è avere la possibilità di essere quella che sono per qualche ora al giorno.
stai attenta, perchè potresti ritrovarti a quarant'anni, senza aver dato una risposta a questi interrogativi.

piccola ile ha detto...

Era così: "la vita è quella cosa che ti accade mentre sei impegnato a fare altri progetti" (A. De Mello)
Ed è proprio così...ci perdiamo spesso in troppi pensieri,impegni,congetture e nn ci accorgiamo che il tempo scorre velocissimoe ci sfugge dalle mani.
Forse a volte bisognerebbe fermarsi,a volte bisognarebbe godersela di più...forse la Vita ci fornisce già delle risposte e noi dobbiamo solo avere la capacità di coglierle.
Forse...
Giorno per giorno...

Un abbraccio nn del tutto casuale ;)

Roberto Miorelli ha detto...

Nelle tue parole trovo molti dei miei pensieri, molti dei miei rammarichi, molte delle cose che ancora mi torturano. Dopo molte riflessioni odiose e tristi ho capito che quello che è stato deve rimanere nella vetrina delle esperienze la quale rappresenta il raggiungimento di una nuova consapevolezza di una nuova coscienza. E questo non è necessariamente bene ma neanche necessariamente male. È.
Credo che ora a forza di viaggiare in me ho capito che la genesi di tutte le mie occasioni sbagliate stava nel fatto che ponevo limiti al mio pensare al mio pensiero.
A mio avviso, il tempo lo si può fermare solo collezionando ricordi immortali. Io l'ho lasciato correre veloce veloce non cercandoli cercando e trovando altro. Ora non lo voglio più, non lo voglio più per me.
Ti auguro di riuscire di diventare la più grande collezionista che tu abbia mai conosciuto, se lo vuoi nessuno ti può fermare perché SEI e questo lo si vede dal tuo pensare che dai limiti tenta sempre di fuggire. (Per me il tou libero lo è già)
Un abbraccio,

Roberto

Bk ha detto...

Casa è un posto,
casa è una condizione,
casa è un tempo,
casa è qualcuno,
casa è un pensiero
in cui riesci a specchiarti e
vedere te stessa.
Finchè ti guardi e non ti riconosci
non sarà mai casa.

haikel.bak@gmail.com ha detto...

Ho sentito dire che "casa" è il luogo dove appendi il cappello ...

O<-<

fabio r. ha detto...

la citazione è attribuibile a John Lennon, for the record,... e poi ai cosa? a mei i Mikado piacciono in versione cioccolato. Appena uno si sposta lo mangio! Così mi sembra di combattere il caos!

digito ergo sum ha detto...

in qualche modo sottoscrivo quanto sostiene roberto miorelli anche se lui è molto PIÙ MEGLIO di me. ti abbraccio

Roberto Miorelli ha detto...

Scusa Museum se rispondo qui.
Digito ti ringrazio di cuore ma magari potessi essere almeno MOLTO MENO MEGLIO di te!
Un abraccio ad entrambi!

Roberto

MusEum ha detto...

@dressel: mia cara, hai proprio ragione... Il fatto è che ero lì lì, a un passo dal riuscire a essere me stessa lavorando... Il fine e il mezzo stavano quasi per camminare a braccetto... E invece niente! Puff... Bolle di sapone. Culo per terra.

Vabbè, si vede che non era ora... Si vede che ben altro mi aspetta nella vita. E allora, voilà, pronta per nuove sfide...

Comunque sono d'accordissimo con te. La libertà di essere se stessi non ha prezzo.

@piccola ile: c'è che forse siamo un po' duri di comprendonio (parlo per me :D) e allora la vita, zacchéte!, ti ribadisce il concetto.

@roberto: grazie... Sono contenta che tu mi veda così, senza limiti... Quando scrivo forse ci riesco meglio di quanto non faccia nella vita. O magari non me ne accorgo...

@bk: è vero... È che come amo spesso dire, mi sento più un prisma e cambiando spesso forma e colore, pur mantenendo intatto il nucleo, non sempre mi riconosco nel riflesso che mi restituisce lo specchio. Piano piano sto cominciando a prendere confidenza con le mie varie particelle...

@bak: e se uno il cappello non lo porta? :D Scherzi a parte... Suonerà ovvio e banale, ma non posso non pensare che l'unica vera casa siamo noi, in questa vita... ciascuno di noi sia casa per la propria anima... Ma so che non è affatto facile imparare a conviverci...

@fabio: mi sembra un ottimo modo per combattere il caos e godere dei veri piaceri della vita! Gnammmmm!

@digito: siete tutti LI MEJO! Già solo per il fatto che tornate a leggere i miei deliri e li commentate pure! VE VOJO BENE!

@roberto: non ti devi scusare, che te pòssino, quante volte te lo devo dire :D

Un mega super stritolante abbraccio a todos!