12.10.07

Sogno, E Son Desta!




Accarezzo il mio sogno


E fremo

Mentre attendo


Che la mia passione

Si trasformi in realtà...


Soundtrack: Lifting Shadows Off A Dream - Dream Theater

9 commenti:

krepa ha detto...

posso dirti soltanto in bocca al lupo...

MusEum ha detto...

Crepi! Anzi, krepi ;-)

Naturalmente un mega in bocca al lupo anche a te! Mettiamocela tutta e prendiamoci il mondo.

Un pezzettino, almeno...

daniela ha detto...

L'immagine è molto evocativa, l'hai scattata tu?
Mi ricordano gli scogli di Santa Severa. E quel sassolino sembra un piccolo cuore, rivolto al cielo.
E' il tuo? :-)

I sogni son desideri. Soprattutto da sveglia.

In bocca al lupo!

daniela ha detto...

P.S. Scusa per il commento precedente, parlavo con una persona e non mi sono accorta di aver usato una parola che era rivolto a lui! :-)

MusEum ha detto...

Ciao Dani!

Non ci avevo pensato: è vero, sembra un cuore...

La foto l'ho scattata in un posto che volevo portare un po' con me...

A Helsingor, in Danimarca. Ai piedi del castello di Kronborg, dove si dice Shakespeare abbia ambientato la storia di Amleto.

Qui siamo nel punto più stretto dell'Oresund e si riesce a vedere la costa della Svezia. Un luogo suggestivo, che spero mi porti fortuna. Non volevo più andare via da lì. Ero come rapita da qualcosa di magico che aleggiava nell'aria.

Sarà che subisco in modo viscerale il fascino del mare...
E poi - a proposito di vibrazioni ;) - lì ne ho sentite parecchie! E tutte positive.

Un abbraccio.

P.S. = crepi il lupo!

Sotto ha detto...

Ah! la storia che sta dietro alla foto ed ai versi è niente affatto secondaria!!! ho anche io il richiamo del nord, è inevitabile perdersi perdutamente perduti nell'osservare i paesaggi scandinavi, soprattutto se vi si abbina tumulto!

MusEum ha detto...

Se avessi avuto abbastanza tempo e denaro, mi sarei imbarcata da Helsingor fino a Helsingborg in Svezia... Erano così vicine, che quasi avrei potuto raggiungere la città svedese a nuoto...

E da lì avrei proseguito il viaggio attraverso Svezia, Norvegia e magari anche Finlandia... Terre per me sconosciute... Così come l'Islanda.

Com'è bello sognare...

digito ergo sum ha detto...

La passione non si trasforma in realtà fintanto che non smette di essere passione. Occorre abbattere ogni bramosia, ogni voglia disarticolata, per ottenere. La vita non è né giusta né sbagliata. È l'approccio con essa che può essere suscettibile di miglioramenti. Don't you think so?

MusEum ha detto...

La vita ha le sue regole e devi saper stare al gioco. Puoi scegliere di restare ai margini o buttarti nella mischia. Personalmente sono sempre combattuta tra questi due movimenti contrapposti. Una parte di me pondera, pensa, valuta e attende. L'altra parte di me agisce di impulso e a volte ha la meglio sull'altra. Entrambe sono per me vitali. Non potrei rinunciare mai a nessuna delle due. Ed hai ragione a dire che è il nostro approccio alla vita che conta, alla fine di tutto.

Ma la passione è l'unico carburante che mi spinge sempre in avanti, che alimenta la mia anima nei momenti bui, che mi riscalda nella disperazione dei giorni senza luce. Non provo bramosia né voglia disarticolata, solo un sentimento fiero e onesto che mi indica il cammino. Dopo tanto vagare senza una meta ho trovato la mia direzione. E la passione è il faro che guida i miei passi...