6.7.08

All'Alba... Di Me










Domani è un nuovo giorno.

Non succede niente di importante, domani.
Un nuovo lavoretto, di quelli a scarso impegno cerebrale.
Ma conoscerò persone nuove, parlerò con tanta gente.
E, soprattutto, mi pagheranno.

Avrò tempo per pensare.
Avrò tempo per coltivare la vera Me.
Avrò tempo per annaffiare i miei sogni.
E chisseneimporta se impiegheranno anni per crescere.

I pini marittimi, una volta abbattutti, lasciano un enorme vuoto.
Centinaia di anni per ridiventare alti e rigogliosi... e tornare a riempire del loro ossigeno la costa riarsa dal sole.
Ma come si fa a non amarli?
Quanti sogni bambini stanno attaccati a quei rami, tra pigne, aghi di pino e resti di incauti palloncini di passaggio.

Domani sarà l'alba.
Della mia nuova consapevolezza. Del mio istintivo, innegabile bisogno di proseguire per la mia strada.

I sacrifici non mi spaventano. Mi spaventa il Vuoto.

È bello sapere cosa si vuole.
Non so se potrò mai averlo, ma oggi non ho più la brama logorante del dover diventare per forza qualcosa o qualcuno.

Io sono io...
E voglio vivermi.

Il vento del mio piccolo subwoofer soffia su di me...
I God Is An Astronaut si infilano sotto pelle e mi fanno vibrare di infinito...

Nemmeno me ne accorgo, che i miei occhi si illuminano d'immenso...
E non è pioggia.

Mi basta così poco per essere felice...
Come ho fatto a non accorgermene prima?


Soundtrack: Sunrise in Aries - God Is An Astronaut



7 commenti:

BAK ha detto...

Già certe volte è sufficiente smettere di fumare, di attaccarsi all'ansia per sentire l'adrenalina, di aggrapparsi ai cattivi pensieri, di darsi importanza ...
certe volte è sufficiente tornare nel proprio corpo e riattivarlo per sentire il dolore della guarigione, il pizzicare della carne dopo il torpore dei nervi. Ti si addormenta una gamba e già ti prepari a quanto farà male per quel breve istante in cui cambi posizione o in cui torni a camminarci, ma non hai scelta e ci devi passare ... goditelo!
Io sto bene, non ho paura.

O<-<

fabio r. ha detto...

Buona partenza allora! e poi pecunia non olet mai... vuoi mettere?

Break a leg!

digito ergo sum ha detto...

potrei dirti tante cose. l'unico modo per dirle tutte è non dirne nessuna e applaudirti.

sei grandiosa. ti abbraccio

Roberto Miorelli ha detto...

Felice, Illuminata ed Immensa Consapevolezza!
A presto Museum,

Roberto

desaparecida ha detto...

spero che il tuo inizio alba sia andato bene...
ma poi,sorellina ,che importa ?

Sei qui x crearti l'alba come vuoi....dove vuoi...sempre dentro te!

che meraviglia...un abbraccio della buonanotte!

MusEum ha detto...

Ciao cari...

ahimè l'inizio è stato più che traumatico. Niente è andato come da aspettative. Ennesima cetriolata nel posteriore (scusate l'espressione francese, ma quando ce vò ce vò). Mi hanno pure imposto orari diversi da quelli pattuiti.

E pecunia, purtroppo olet assai... Sicuramente di sudore, visto che ci tocca lavorare fuori, senza aria condizionata, a 35 gradi di temperatura con effetto umidità che amplifica a oltre 40 la percezione del calore...
Principio di mal di gola e cistite galoppante! Insomma, 'na chiavica :D

Vediamo chi la spunta, se io o il mio fisicaccio!

Un abrazo a todos.

Roberto Miorelli ha detto...

(Se posso) Vedrai Museum quando meno te lo aspetti tutto (ri)torna ma tanto questo tu già lo sai che te lo dico a fare?
Un abbraccio, auguri e non mollare!

Roberto