25.6.08

Sotto Il Segno (O Il Tropico) Del Cancro

Esattamente un anno fa è nato questo blog.
In modo assolutamente casuale, sincronicistico e istintivo.
E, a un anno di distanza, posso veramente dire che non solo è stato sorprendente, ma soprattutto salvifico.

Non amo le celebrazioni, soprattutto quando sono sterili e fini a se stesse, ma oggi, istintivamente, sono andata a cliccare su giugno 2007 e quando ho trovato il primo post e ho letto la data ho sorriso...

Il 25 giugno 2007.

Una data che non significa assolutamente un cazzo. Eppure ha dato il via a un piccolo rigagnolo a cui via via sono afferiti tanti piccoli, grandi affluenti. Alcuni oramai lontani, altri assidui, altri invisibili, altri ancora sconosciuti...
Tutti hanno portato nuova acqua, nuova linfa, nuovi pensieri.
Parole.



Come mai ho aperto quest'isoletta nel gran mare del web?
E perchè l'ho chiamata My Museum?

Vi basterà leggere le prime parole che hanno preso forma qui, il 25 giugno, un anno fa:

Nell'era del virtuale si moltiplicano le possibilità di incrociare anime affini, cosa che nella vita non sempre capita con altrettanta facilità. Vuoi per timidezza, vuoi per mancanza di tempo, vuoi perchè è molto più facile scoprirsi agli sconosciuti scrivendo piuttosto che farlo di persona. Vuoi perchè ci si perde di vista e si finisce per non approfondire una conoscenza che resta superficiale.

Sarebbe bello se questo blog potesse diventare un luogo di ritrovo per anime sorelle, come mi piace chiamarle. Anime libere dai vincoli spazio temporali, dalla tirannia dell'immagine che non sempre gioca a nostro favore, dalla differenza di età e di estrazione sociale... Libere da ciò che nella vita reale potrebbe tenerci a distanza, impedendoci di scoprire che sotto le sovrastrutture che ci ammantano si nascondono anime affini, in grado di scambiarsi reciprocamente molto più di quanto ci si aspetterebbe. Anime di cui innamorarsi per quello che hanno da raccontare, da condividere, da mettere in gioco.

Può esistere secondo voi l'amore platonico?


Il seme che ho piantato ha poi agito di testa sua e ha dato vita a frutti diversi da quelli che mi aspettavo, frutti che non conoscevo e che mi hanno arricchito molto.

Anime sorelle ne ho trovate veramente tante, più di quante me ne aspettassi. E con loro gli scambi sono sempre molto intensi.

Nella vita di tutti i giorni sono abbastanza schiva e riservata. Difficilmente lascio che le persone si avvicinino troppo, né mi piace raccontare troppo di me stessa a persone di cui non mi fido del tutto.

Ma qui è diverso...

Qui sono un'Anima!

Niente orpelli.


Soundtrack: Nero Vivo - Quintorigo

10 commenti:

digito ergo sum ha detto...

prima di procedere con i canonici auguri, e con i cannoncini (che non c'entrano nulla ma c'ho una fame che mo' sbraco), il blog uno scopo ce l'ha, almeno uno, eccome se ce l'ha. più vai indietro e più vedi come eri diversa. da un certo punto di vista è un album (calli)grafico. e, questo, non CE lo toglie nessuno, come merito, al blog.

poi, per procedere agli auguri, dal mio impotente punto di vista (ma solo il punto di vista, eh? no, perché, dico... a certe cose ci tengo ;-)) sono strafelice di leggerti e, sempre in modo egoistico, spero di poterlo fare ancora a lungo. e, a scanso di equivoci, una mia presunta cecità incoNbente, c'entra proprio niente. quindi non tirare sGherzi e te continua a fare "la te", che io continuo a leggerti, da far mio.

ti abbraccio e ancora auguri.

fabio r. ha detto...

allora auguroni Mahatma (= grande anima)ed un abbraccio virtuale, che - tra l'altro - evita di farci sudare...

ciao spiritello affine

Dressel1 ha detto...

è stata una bella idea la tua. ma, per quanto mi riguarda, ho aperto il blog in un periodo in cui avevo bisogno di sputare veleno. ora che sto bene, mi sto avvicinado a quelle che sono le tue intenzioni

Roberto Miorelli ha detto...

Auguri alla tua Isola che per certi versi (e qui chiedo scusa) sento anche un po' mia. Anch'io come te, quasi un anno fa, ho cominciato a scrivere (stupide cose) ma non sapevo cosa quindi non mi sono lasciato andare poi non sapendo come mi sono lasciato andare e tutto è diventato diverso perché come tu hai meravigliosamente scritto nel tuo primo post ho scoperto una libertà su di un'isola che forse potrebbe essere una immensa Pangea.
A presto Anima di luce splendente.

Roberto

2pa ha detto...

...e tu hai arricchito molto tutti noi che veniamo ogni tanto qui, sulla tua isola, a rinfrescarci e dissetarci con le tue parole! felice di farlo, felice di sapere che ogni tanto fai anche tu la stessa cosa!
w il flusso di (belle) parole e (bei) pensieri senza stop, w museum!
ps: ogni tanto torna a raccontarci un po' di te, c'è qualche post qua e là in romanesco che mi scompisciare dalle risate!!
keep on running, keep on writing

daniela ha detto...

Il cancro è un segno cardinale, insieme alla bilancia, al capricorno e all'ariete. Dunque il tuo è un blog-cardine nel mare del web. :-)

E a questo cardine man mano si sono uniti, in un'attrazione magnetica e crescente, tutte le anime che ti hanno sentito affine.

E' vero, un blog può essere salvifico, e un seme da cui nascono frutti sempre diversi.

E può aiutarci a liberarci di quegli "orpelli" di cui nella vita reale non riusciamo a fare a meno.

Buon compleanno dunque a questo prezioso Museum e alla sua creatrice. :-)

BAK ha detto...

mi hai chiesto que pasa ...
se vuoi ne parliamo privatamente via mail.
ciao
O<-<

desaparecida ha detto...

Mia carissima,che sorpresa leggere il tuo primo post,sai?
Come mi sembri cambiata e uguale....

Credo che la facilità che si prova a confrontarci qua...a sentire che una parte di noi è qui,sia determinata da te!
Il tuo essere riservatamente diretta e aperta mi fa vedere nuove cose...degli spiragli!

è un piacere esserci!
auguri sorellina! :)

fabio r. ha detto...

Off Topic: ciao Scoene Seele. Se non ti offendi ti avrei nominato per un premio (vabbè, un altro..). Passa da me quando vuoi.
Ciao. 1 kiss

MusEum ha detto...

Vi ringrazio, miei cari, come sempre, anche a rischio di risultare ripetitiva. Mi lasciate sempre senza parole! (Ma non è per questo che scrivo di meno ultimamente, nun ve preoccupate!)