23.6.08

Nero Vivo




Tutto quello che vuoi, ce l'hai già.
Tutto il resto sono orpelli, inutili affastellamenti di ambizioni, autoflagellazioni, psicoevoluzioninarcisistiche che ci ostiniamo a chiamare ricerca della felicità.

Banale quanto si vuole, ma reale. Tutto ciò che cerchi sei te stesso.

Chi sei, non cercarlo più dentro al riflesso di una superficie riflettente.
Piuttosto chiudi gli occhi e lasciati andare per una volta.
Assapora ogni istante con ogni cellula del tuo corpo e da lì lascialo filtrare fin dentro l'anima.

Non cercare risposte negli altri. Viviti.
TU E SOLTANTO TU.
Che non significa: "fottitene degli altri", ma sbaglia con la tua testa, non con quella degli altri.

Cerca sempre LA TUA VERITÀ.
Che non significa: "tappati le orecchie e non ascoltare nessuno", ma ascolta tutto e unisci l'istinto e la ragione per sentire la Tua verità.
Non una Verità unica e assoluta, ma la cangiante multiforme verità del proprio essere in relazione con gli esseri che abbiamo la fortuna o la sfortuna di incrociare.

Migliaia di traiettorie multicolori si dipartono da un unico nucleo e percorrono strade impreviste e imprevedibili, intrecciandosi e allontanandosi come gli impulsi luminescenti che attraversano un fascio di fibre ottiche in un crescendo di pacchetti di informazioni e bit in continuo movimento.

Nero Vivo.

Il Dolore non è poi così male, se ora posso sentire la Vita percorrermi le vene e scorrermi dentro.

Allargo le braccia e mi lascio trascinare nel vortice.
Come un derviscio innalzo al cielo la mia ode alla vita.


Soundtrack: Nero Vivo - Quintorigo

Stenta il sole
non è il momento
nuvole e fuliggine
e adesso piove
piove sulla ruggine

e forse quest’alba senza sole
prevede comunque l'arrivo del giorno
ed io l’aspetterò, l'aspetterò

senza sole
in un momento
di lucidità
la sopravvivenza
non concede ingenuità

e forse quest’alba senza sole
prevede comunque l’arrivo del giorno
ed io l'aspetterò

PER POI FUGGIRE
SOPRA LE NUVOLE
VOLARE AI LIMITI
AI LIMITI

Niente sole
NERO VIVO
nuvole e fuliggine

e forse quest’alba senza sole
prevede comunque
l'arrivo del giorno
ed io l'aspetterò, l'aspetterò

PER POI FUGGIRE
SOPRA LE NUVOLE
IN CIELI LIMPIDI
AI LIMITI

lascio solo
immagini





8 commenti:

Dressel1 ha detto...

ci hanno separate in culla...lo sai?

daniela ha detto...

Adoro i Quintorigo, e adoro Nero Vivo. E concordo con te, sentire la Vita pulsare nelle vene è l'unica cose che dovremmo desiderare ogni momento, al di là del Dolore o della Felicità.

digito ergo sum ha detto...

in questo istante, subito dopo averti letto, se non ricordassi perché, capisco alla perfezione come mai ti voglio bene. questo è proprio uno " 'sticazzi" di post. ma proprio 'sticazzi, neh? ti abbraccio. cheppoi, più ci si pretende in quanto sé, più la vita si compone a nostra immagine e somiglianza. immagina te.

Roberto Miorelli ha detto...

"Tutto quello che vuoi, ce l'hai già.". È vero ma quanto è difficile capirlo, quanto è difficile vivere ciò che si possiede. Ammiro chi ci riesce, chi come può, come si fa con un interruttore, accendere in se la luce della vita.
Credo che le TUE VERITÀ siano cose inalienabili e preziose, ti auguro di riuscire a costodirle ed esplorarle sempre nella tua vita.
A presto,

Roberto


PS:questa volta non ho fatto apprezzamenti sullo stile del tuo post, perché ormai è sottointeso :D

Bk ha detto...

Mi hai fatto caldo dentro.
E non so neanche il tuo nome.
Bk

2pa ha detto...

è bello sentire che la vita scorre impetuosa nelle vene!
ma ora voglio un arcobaleno al posto del nero...sorridi!

piccola ile ha detto...

E perchè siamo continuamente spinti a cercare qualcos'altro??
Perchè quello che abbiamo nn ci basta mai??
Probabilmente se fosse tutto così semplice, non ci sarebbe gusto.
Anche il dolore ci fa sentire vivi.
Vero.

un abbraccio colorato

fabio r. ha detto...

ma sei sicura di non avere veramente parentele con dressel?? comincio a nutrire forti dubbi!!
:-D