23.4.08

Spensierata(mente)




Cosa mi succede? Cammino per le strade vicino casa mia, quelle che conosco così bene... e perdo il senso dell'orientamento.
Cortocircuiti spazio temporali si inseriscono nel mio tempo presente. Immagini dal passato affiorano sconnesse, senza una logica apparente. Da sveglia.

E la notte? Al risveglio ricordo di aver sognato persone diverse del mio passato che si incrociano nello stesso racconto di fantasia. Persone con legami superficiali che invece dormendo sento più vicine. Cosa significa questo? Cosa sta cercando di dirmi il mio inconscio?

Lo lascio fare, smetto per un attimo di farmi domande e apro la finestra al nuovo sole...
Le note di Wonderful Life mi parlano di inverno e di estate...
di lavoro e vacanza...
di ansia e spensieratezza insieme...
Colonna sonora del mio inverno da promoter al centro commerciale e già colonna sonora di un'estate che sgomita tra i tetti dei palazzi, al confine tra l'asfalto e il mare.

Sento un irrefrenabile impulso di correre in strada, scalza, e gridare al mondo la mia voglia di vivere. Sentire la sabbia ancora tiepida sotto i piedi e correre incontro al mare...
Il mio mare. Che mi tiene compagnia nelle sere di inverno, anche se non lo vedo. Il suo odore è così intenso nelle giornate di vento...

È tempo di fare ordine. Ogni cosa trovi il suo posto.
No, non sto parlando di pulizie di primavera, né di buttare via le cose "inutili" e far spazio al nuovo.
Ogni cosa, piuttosto, si disporrà da sé seguendo l'ordine che le compete, per sua stessa natura. Un ordine affatto razionale, che a me potrebbe risultare persino casuale.

A volte, per vivere meglio, c'è bisogno di smettere di razionalizzare sul perchè e il per come.
Vivere e basta.

Oggi va così.

It's a wonderful life...

Soundtrack: Wonderful Life - Giuliano Palma & The Bluebeaters



12 commenti:

Gianluca ha detto...

E' una buona cosa vivere e basta...
buona vita :-)

2pa ha detto...

esci, guarda il sole, sorridi...
everything's gonna be alright disse il grande bob
everything's gonna be alright...no woman no cry!

fabio r. ha detto...

ricordi cosa diceva John Lennon: Life is what happens to you while you're busy making other plans!

desaparecida ha detto...

nn a volte
ma la maggior parte delle volte.
prima che la troppa e facile intellettualizzazione della vita ci porti a vivere dal di fuori e male ciò che sentiamo dentro!
Dove anche l'ansia e la spensieretezza trovano un loro modo di "stare" in armonia con noi!

un abbraccio della buonanotte!

Roberto Miorelli ha detto...

Credo fermamente che solo il tempo possa far ordine nei casini della vita. Certe volte con una calma che non riusciamo a sopportare ed allora ci mettiamo lo zampino e facciamo più danni che altro credendo di far ordine; altre volte con una velocità insperata ed allora raggiungiamo una pace piena.
Hai perfettamente ragione quando dici che le cose vanno al loro posto da sole, senza un ordine apparente, come la sabbia sulla spiaggia del tuo mare accarezzata dal vento e cullata dalle onde immagine di questa confusa, semplice e dolce armonia.
A presto,

Roberto

digito ergo sum ha detto...

lascia che ogni cosa trovi il suo posto e non solo quello che tu credi essere il suo. Ti abbraccio, dolce amica.

daniela ha detto...

Già. Smettere di razionalizzare. Non sai che darei per riuscire a farlo in questo periodo.
E non so che darei per riuscire a vivermi un'estate vera.

Sono contenta della tua conquistata spensieratezza.

MusEum ha detto...

@gianluca: bentornato dalle mie parti, barista.
Se ci riuscissi, a vivere e basta, sarebbe una buona cosa... :D
Buona vita anche a te!

@2pa: già... devo proprio imparare a vivere la mia vita con più ironia...
E quando mi verrà da piangere, voglio riuscire con un colpo da maestro a ribaltare tutto in una grassa e sana risata liberatoria... (quando la situazione lo permette, obviously)

@fabio: eh, lui sì che aveva capito come stanno le cose!

@desaparecida: già, ne so qualcosa di eccessiva razionalizzazione... qua a Roma li chiamiamo pipponi mentali, tanto perchè non faccio giri di parole ;) E direi che me ne faccio fin troppi. A volte sento proprio il bisogno di spegnere l'interruttore e dirmi: Relaaaaaaaaax, man! (relax, woman suonava male...) :D

@roberto: l'ansia fa grossi danni... l'impazienza ancor di più... E a volte la mia parte sguaiata torna alla carica e mi apostrofa delicatamente come solo lei sai fare:

AO'! Te vòi dà 'na carmàta!!!!!

L'ascoltassi mai una volta...

@digito: supercalifragilistiche... sto a dì? :D Un abbraccio a te, caro amico.

@daniela: magari... in realtà è più un tentativo di profezia autoavverantesi... mica ci sono proprio riuscita :D Testa dura! Ahiahiha, che testa dura che tengo!

Vabbè, corro a cambiarmi... Il supermercato mi aspetta... Altre 4 ore di rottura di scatole... Da prendere con mooolta ironia...

digito ergo sum ha detto...

finalmente! sono così felice di saperti ottimista, che ti abbraccerei forte. Sai una cosa? Ci stavo riflettendo proprio nel pomeriggio. È soprendente come, nel cercare se stessi, ogni tanto si facciano degli enormi passi indietro. Poi, di colpo, ci si ritrova nel punto esatto in cui ci si trovava prima di regredire... Non so come mai, non so cosa sia... ma ciò dimostra che non siamo fatti col cu...

Prescia ha detto...

tesora....anche tu come me viaggi tra crisi e momenti di ripresa...
a volte sembra di leggere me stessa tra le tue parole...
un abbraccio...

p.s. ho appena scritto un post su juno...sono felice che piaccia anche a te...io l'ho adorato!!!!
nu kiss

piccola ile ha detto...

Si,dev'essere così...va goduta un pò di più questa vita...
E mi ritrovo nella voglia di stare scalza (vedi mio ultimo post ;)), e di vivere...

Inverno da promoter?!?!Quante affinità che si scoprono leggendo questi blog ;)

MusEum ha detto...

@digito: caro mio, più che ottimista direi desiderosa di ottimismo... e l'obiettivo è tutt'altro che raggiunto, ahimè... quanto alla regressione, a me sembra di girare sempre in tondo... Sarà per questo che mi gira così tanto la testa?

@prescia: rieccoti!!! Che bello riaverti tra i commentatori! Eh già, si sale e si scende di continuo... Juno, sì, è piaciuto davvero molto anche a me!

@piccola ile: quante cose in comune! Che dici, da domani ce ne andiamo in giro scalze? ;)