2.1.11

Goodbye Stranger




E' una domenica strana. Di quelle domeniche che non sai che pesci pigliare, ché forse hai dormito troppo e non del sonno dei giusti. Frammenti bizzarri di sogni sconnessi ti restano appiccicati alle ciglia cispose, e sono strani rimescolamenti dei tuoi lavori, presenti e passati. La fatica e il disagio che un tempo sopportasti in silenzio ti scorrono ancora nelle vene, evidentemente.
Un frullatore tecnologicamente invasivo ti ha restituito alla mente un passato che avevi tenuto a distanza di sicurezza. Volti, sguardi, sorrisi, prolungamenti del sé che, a differenza dei tuoi, hanno ora una consistenza in carne ed ossa. Persone che sono rimaste legate tra loro negli anni e hanno imparato a fare a meno di te, nel rivederle oggi ancora così affiatate ti portano a pensare che probabilmente eri tu ad essere sempre stata fuori posto, che è stato molto meglio così.

Non provi nessun rancore, certe distanze di pensiero col crescere diventano insormontabili, a prescindere dall'affetto e dai ricordi. Ritrovi invece molta più comunanza di pensiero in certe sensibilità che allora avevi soltanto potuto intuire con una capacità di cui avresti preso coscienza molti anni più tardi, quando la vita avrebbe ormai allontanato anche la più remota possibilità che tutto questo potesse trovare una conferma. Ed ecco che la tecnologia arriva laddove non può farlo l'essere umano! Tutto diventa un po' più chiaro, ma in fondo perché niente cambi. D'altronde sai bene che è l'essenza quel che conta, non tanto la sua quotidianità camuffata. E poterla cogliere anche solo in pochi sparuti frammenti è un prezioso tassello da aggiungere al proprio personalissimo patchwork di vita.

Il mio nucleo pulsante e cangiante è stato messo a dura prova nell'ultimo anno. A fatica tento di mantenere accesa la fiammella. Quello che sta iniziando sarà l'anno della Rinascita. Il futuro, o meglio, questo presente in continuo mutamento, è nelle mie mani. Saprò liberarmi dei fantasmi del passato e delle loro ramificazioni nel presente, dentro e all'infuori di me? Saprò superare le mie resistenze inconsce e sovvertire certi automatismi che portano una parte di me a sabotare l'altra, mettendomi nella condizione di finire per inquinare la mia stessa aria?

E' una grande sfida. Forse la Sfida che ognuno di noi, più o meno consapevolmente, è chiamato ad affrontare nella vita. Spero di esserne all'altezza.

Voglio evolvermi. Diventare finalmente quella che in fondo sono sempre stata, in nuce.

Tutto il resto, che non riesco a dire, lo lascio alle immagini del video...
A buon rendere, Anima mia.



YUKI, AKA PRISMA

Creative Commons License Permissions beyond the scope of this license may be available here.

Soundtrack: Goodbye Stranger - Supertramp


Solo dopo aver scritto il post mi accorgo, da una veloce ricerca, che le scene che tanto mi avevano colpito nel video creato da un ignoto youtuber per accompagnare la canzone dei Supertramp che mi ronzava nella testa e mi aveva fatto venir voglia di scribacchiare un po' per esorcizzare uno strano magone, sono tratte dal film "Now and Then", "Amiche Per Sempre", che credo di non aver nemmeno mai visto. Quando si dice la Sincronicità...

4 commenti:

Anonimo ha detto...

Le temps passe, les années filent. Quand une nouvelle année commence, on se demande toujours si elle apportera la paix et le bonheur à chacun... chiudi gli occhi ed esprimi un desiderio!

SALVATORE FITTIPALDI

I am ha detto...

Lo spirito sta risorgendo perché il passato lo stai lasciando insieme ad abitudini ed atteggiamenti. Andando incontro allo sconosciuto con le certezze perdute aprirai quel varco che ti porterà alla tua essenza.
Auguri Yuki

fabio r. ha detto...

spero che la tua palingenesi sia completa Schwesterchen, e quando sei arrivata lì, beh, fammi sapere com'è la vista da quel punto e caso mai aiuta una vecchia crisalide come me.
"Ciò che il bruco chiama fine del mondo, il resto del mondo chiama farfalla." ( Lao Tse).

Yuki aka Prisma ha detto...

@Salvatore: le désire c'est la Vie elle meme! :)

@I Am: speriamo di essere capace di aprirmi al nuovo... la Natura in questo aiuta molto. Un abbraccio e auguri anche a te.

@Fabio: grazie del bellissimo pensiero! L'intenzione c'è tutta, speriamo di riuscire anche a portare a casa il risultato. Cercherò di tenere a mente la massima di Lao Tse la prossima volta che il mondo sembrerà crollarmi addosso. :)